Header image ARCHIVIO DEL TEMPO CHE PASSA
RIGNANO SULL'ARNO
Indagine di archeologia umana e sociale
line decor
  
line decor
 
 
 
 
 
 
 
Spigolatura... di MAGGIO

Maggio è il quinto mese del calendario gregoriano ed era il terzo mese dell'anno del calendario di Romolo, poi riformato da Numa Pompilio con l'aggiunta di gennaio e febbraio.
Alla dea Maia erano collegate numerose feste (come i Floralia romani) e riti legati alla fertilità della terra con protagonisti i fiori, che  Etruschi e i Liguri festeggiavano nel Calendimaggio.

ACCADDE(VA) A MAGGIO A FIRENZE
* La tradizionale Festa del grillo alle Cascine (il giorno dell’Ascensione) si perde nella notte dei tempi, sebbene fin dall'epoca Granducale i fiorentini si recavano alle Cascine, eccezionalmente aperte al pubblico. Ci sono due versioni sulla nascita della festa del grillo: la prima sostiene che l’evento rappresenti una vera e propria celebrazione dell’insetto canterino, considerato un portafortuna e simbolo della primavera stessa; la seconda ritiene che  la festa sarebbe nata per ridurre il numero di grilli presenti, ritenuti assolutamente nocivi e dannosi per le campagne e i raccolti. La Festa aveva perso forza per il divieto di vendere i grilli, poi revocato dal 2014 con l’obbligo di liberare gli insetti entro tre giorni dalla Festa..!

ACCADEVA A RIGNANO TANTO TEMPO FA...
* A maggio 1302 Bertuccio canonico (cappellano) di San Cristofano di Perticaia a Rignano sull'Arno, aggredì sotto il portico di quella chiesa, Ricuccio di Alighiero di Piero, presunto consanguineo di Dante. Il misfatto ebbe vasta risonanza nel territorio, tanto che Stefano, pievano di Campòli e vicario di Antonio vescovo di Fiesole, da cui dipendeva quel cappellano, aprì un procedimento d'ufficio e cominciò con il sincerarsi della notorietà del fatto attraverso l'interrogatorio di tre ecclesiastici della zona, testimoni "de publica fama"! Gli atti processuali si svolsero fiaccamente sino al 20 novembre quando si fermarono definitivamente forse per avvenuta pacificazione. Lo storico Davidsohn mise in relazione quell'episodio di violenza con la condanna all'esilio inflitta a Dante pochi mesi prima. Si sa solo che Ricuccio, il padre Alighiero di Piero e i fratelli erano di Perticaia, località vicino ad Antica, dove aveva casa e beni rurali quell'Andrea Poggi che fu marito di una sorella di Dante di nome Ravenna. Questo Ricuccio raggiunse il culmine della sua carriera di delinquente nel 1305, quando saccheggiò la pieve di Rignano ricevendo la scomunica, da cui fu liberato quando, confessato il misfatto, chiese di essere riammesso fra i fedeli, che ottenne con una macchinosa procedura...

... E ANCORA A RIGNANO NEL NOVECENTO
Da maggio a giugno del 1922 Lodovico Olmi e Vittorio Innocenti e altri “costruirono la torretta per il pubblico orologio sull’edificio del palazzo comunale”. Lavori che fu chiesto di affrettare   data la prossima inaugurazione del monumento ai caduti (luglio), e per permettere alla ditta C. Marziali e Figli di completare il montaggio dell’orologio.

PAROLE DI UN TEMPO
Canonico - Ecclesiastico che nel Medioevo faceva parta di una comunità di sacerdoti diocesani. Prestavano servizio a vario livello presso la chiesa dove risiedevano o in altre vicine. Da noi si sa di Case canoniche a Perticaia, San Pietro e a San Leolino.

FRASI, CITAZIONI, AFORISMI
Maggio: c’è nell’aria intera un invito
e un infinito farsi avanti dei desideri e delle trame.
Come si può non cedere a questo mese?
(Fabrizio Caramagna)