Header image ARCHIVIO DEL TEMPO CHE PASSA
RIGNANO SULL'ARNO
Indagine di archeologia umana e sociale
line decor
  
line decor
 
 
 
 
 
 
 
Spigolatura... di FEBBRAIO


IL MESE
Febbraio è il secondo mese dell'anno secondo il calendario gregoriano. Deve il suo nome al termine latino februltus, che significa "rimedio agli errori" dato che questo era il mese dei rituali di purificazione. Nell’antico calendario romano questo mese non esisteva, perché i Romani consideravano l'inverno un periodo senza mesi. Fu Numa Pompilio ad aggiungerlo al calendario rendendo l'anno uguale a quello solare.

ACCADEVA A RIGNANO TANTO TEMPO FA...
Parenti… serpenti! Il 16 febbraio 1612 vengono interessate le autorità per una diatriba nei pressi del Bombone. Piero di Pierantonio Bomboni dal Bombone dichiara che Lorenzo di Tommaso Bomboni «ha fatto di nuovo certe fosse ne suoi beni, mediante le quali l’acqua se ne va a danni de’ miei beni. Inoltre, il detto Lorenzo ha un agiamento rotto il quale con la bruttezza e con il fetore apporta danno non piccolo alla mia casa e che lo stesso ha ancora una finestra che risponde mezza in una stanza del detto Piero, la quale pretende che si deva murare». I capitani si recano sul posto e deliberano di sistemare tutto, dividendo le spese a metà! A conferma dei rapporti fra questi “familiari”, dopo nove anni, c’è una vertenza fra Tommaso di Lorenzo Bomboni e suo zio Domenico di Tommaso, contro Piero di Pierantonio che ha iniziato a costruire una cantina in un sito che reclamano come loro. E via, nuova lite..!

ED ANCORA
A febbraio 1855, fra i tanti danni che fece una grande piena dell’Arno, si sa che distrusse il passo della nave traiettizia privata, detta di Casolari. Si trovava poco più a valle di quella ufficiale di Sant’Ellero e serviva esclusivamente alla fattoria per movimentare uomini e materiali da una riva all’altra, dato che la proprietaria della fattoria di Casolari, signora Isabella Magnani Gerini, aveva beni sulle due rive. Nell’occasione si scopre che nei pressi della colonica sulla riva, ancora oggi detta La Nave, c’era anche un piccolo mulino della stessa fattoria, che subì un pesante danneggiamento, come tutto il complesso.

ACCADEVA A RIGNANO NEL NOVECENTO
Il 19 febbraio 1920 l’industriale locale Rodolfo Bruschi, dette vita alla “Cooperativa fra agricoltori per la costruzione di Macchine e utensili agricoli”. Il Bruschi, che aveva già rilevato e fatto crescere la locale cementeria, aveva anche una grande falegnameria che costruiva infissi e mobili di un certo pregio insieme al fratello. Da poco aveva lasciato al fratello questa attività che si era poi trasferita a Firenze, lasciando liberi gli ampi locali della precedente ditta. Il Bruschi vi installò la sua nuova creatura imprenditoriale, coinvolgendo 49 soci e acquisendo i necessari macchinari e mettendo in produzione una vasta serie di attrezzi agricoli di ogni tipo. Anni dopo, quando il Bruschi era molto preso dall’evoluzione della cementeria, cercò inutilmente chi la volesse portare avanti, tanto che in breve arrivò alla chiusura!

PAROLE DI UN TEMPO
Agiamento – La parola deriva da agio, comodità e nel caso soprascritto si riferiva, infatti, al cosiddetto “luogo comodo”, ciò che oggi si intende il bagno in senso più ampio del termine.

FRASE DEL MESE
Chi vive sempre nel calore e nella pienezza del cuore e per così dire nell’aria estiva dell’anima, non può immaginarsi il misterioso rapimento che afferra le nature più invernali, che vengono eccezionalmente toccate dai raggi dell’amore e dal tiepido soffio di un solatio giorno di febbraio. (Friedrich Nietzsche)